Nerd di tutto il mondo: UNITEVI!

Sta per arrivare il nostro amato Black Friday (venerdì nero in inglese), una tradizione tipica degli Stati Uniti secondo cui il giorno successivo al Giorno del ringraziamento si dà inizio alla stagione dello shopping natalizio.
L’origine del termine è molteplice, rimane comunque incerta: secondo alcuni Black Friday fu una delle espressioni utilizzate dalla polizia di Philadelphia, tra gli anni Cinquanta e Sessanta, per descrivere il traffico e gli ingorghi pazzeschi che si crearono in occasione delle vendite seguenti il giorno del Ringraziamento;
secondo altre fonti invece questo termine farebbe riferimento ai libri contabili dei commercianti, dove – da tradizione – le perdite vengono segnate in colore rosso, mentre i guadagni in nero.
Il primo Black friday sembra risalire al 1924 quando, nel giorno successivo al Ringraziamento, Macy’s organizzò una parata per celebrare l’inizio dello shopping natalizio.
Si tratta comunque di un giorno, per quanto non festivo, particolarmente importante sotto l’aspetto commerciale: le grandi catene sono solite offrire in questa occasione sconti, offerte e promozioni che possono arrivare fino al 70- 80% al fine di incrementare le proprie vendite: per questo motivo negli Stati Uniti e non solo, buona parte di persone trascorre la notte fuori dal negozio in cui vuole fare acquisti il giorno successivo aspettando l’apertura delle porte, creando così file interminabili e risse all’interno dei grandi magazzini pieni all’inverosimile.
Nel 2013, per esempio, sempre negli USA sono stati spesi 57,4 miliardi di dollari in un solo giorno da più di ottanta milioni di persone: è come se l’intera popolazione della Germania fosse andata a fare shopping nello stesso giorno.

In Italia il fenomeno del Black Friday è in crescita, ma legato soprattutto alle promozioni delle vendite digitali. Portàli come Amazon ed Ebay da qualche anno propongono le proprie offerte con largo anticipo, lanciando una raffica di sconti già giorni prima. Ma si attendono offerte anche da colossi dell’e-commerce della moda come Zalando e Yoox, così come dalla catena di prodotti di bellezza Sephora, che ha reso disponibile un’apposita app per le preview degli sconti.
Niente paura per chi preferisce gli acquisti in negozio: negli ultimi anni l’iniziativa sta prendendo piede anche nei negozi fisici come Euronics, Mediaworld.

About the Author:

Leave A Comment

Codice di Sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.